Recensione: IL PRINCIPE DEI LUPI di Tor Seidler

Buonasera miei adorati lettori,
ben tornati sul blog! Lo so, lo so, oggi era il turno del WWW Wednesday, ma come non perdere il tempo prezioso che ho, se non scrivendo una fantastica recensione? Ebbene, è proprio quello che farò! Oggi è il turno de Il Principe dei Lupi di Tor Seidler, recentissima pubblicazione della collana Piemme "Il Battello a Vapore" che, come una vera favola, ha catturato il mio cuore. Il romanzo mi è stato inviato dalla gentilissima casa editrice che ringrazio infinitamente!


Titolo: Il Principe dei Lupi
Autore: Tor Seidler 
Editore: Piemme                                     
Collana: Il Battello a Vapore
Pagine: 200
Data di uscita: 9 febbraio 2016
Cartaceo: €16.00 
Trama: Gaia, una gazza anticonformista, decide di abbandonare il nido per seguire un branco di lupi nelle selvagge foreste del Nord America, dove ciascun animale vive secondo regole stabilite dalla notte dei tempi. Ma il destino di Gaia è quello di incrociare Lamar, primogenito del capo branco e suo erede, un cucciolo che, benché coraggioso e forte, non corrisponde affatto a ciò che suo padre e il branco si aspettano da lui. Non solo adora osservare le farfalle, è curioso e protettivo, ma addirittura arriva a compiere qualcosa di inconcepibile: fa amicizia con una giovane coyote. Lamar non vuole deludere i suoi, ma nemmeno tradire la sua nuova amica considerata di una razza inferiore, indegna del principe dei lupi.

Autore: Tor Seidler ha scritto molti romanzi per ragazzi, acclamati da critica e pubblico, ed è stato finalista del prestigioso National Book Award. Vive a New York. Per Il Battello a Vapore ha pubblicato anche, nella Serie Arancio, Il gatto che amava la musica.


                                                                                  RECENSIONE
Quando lessi per la prima volta la trama di questo romanzo, devo ammettere che ne rimasi colpito, perchè mi ricordava i romanzi di Jack London e le opere di Jules Verne. Appena vidi che i protagonisti erano animali, decisi di doverlo leggere. L'ho terminato proprio ieri e devo dire che non mi ha per niente deluso! Perchè badate bene, questa non è una semplice storiella di animali che parlano, o di terre selvagge e mozzafiato. No. Il Principe dei Lupi è un'allegoria della vita dell'uomo. Ebbene sì, in questo romanzo gli animali, come in una vera favola, sono la rappresentazione dei limiti e delle qualità umane. E come una vera favola, questo romanzo ha una morale, dal significato profondo: essere se stessi, sempre, superare le mode, il mondo che scorre al nostro fianco, ed essere sempre ciò che nascondiamo dentro di noi.

" Be', se c'è una cosa che ho imparato in tutti questi anni è che non si può essere leali verso gli altri se prima di tutto non si è leali con se stessi.

Il Principe dei Lupi segue la vita di una gazza curiosa e anticonformista, Gaia, che ama la conoscenza. Gaia, a differenza dei suoi simili ama ciò che la circonda e quando incontra una cornacchia, Jackson, non perde tempo e comincia a interrogarlo sui suoi viaggi, sulle sue esperienze: al contrario di ciò che si potrebbe pensare, anche Jackson ha un estremo desiderio di conoscenza e raccontare le sue avventure in giro per il mondo diventa un'abitudine fissa con Gaia. Tuttavia, la nostra Gazza comincia a vedere la sua vita sgretolarsi davanti: i suoi figli avevano lasciato in nido e il marito, Dan, pensava a tutto tranne a lei. Così Gaia decide di abbandonare la sua vita e scappare, in un posto in cui anche ad una come lei è possibile imparare. Il destino vuole che incontri un branco di lupi, che in seguito diventerà la sua famiglia. Attraverso un lungo viaggio fra gli stati americani, Gaia comincerà a viaggiare con Blue Boy, un maestoso lupo che, però, come lei, è stato tradito dalla vita. Insieme i due cominceranno giorno per giorno a ricostruire quegli sprazzi di vita che erano andati perduti. Nel frattempo Blue Boy dà vita ad una vera famiglia, un proprio branco. Per essere semplicemente felice. Di questa famiglia ne entrerà a far parte anche Gaia. Il fato però ha architettato per lei una nuova missione... Blue Boy avrà numerosi cuccioli, ma la nostra gazza si legherà ad uno in particolare: Lamar, un lupo alla scoperta del mondo. Lamar si rivela subito un lupo solidale, affettuoso e unico. Diverso. La sua guida sarà Gaia, che lo aiuterà ad affrontare un mondo complesso e sbagliato.

"Un'esistenza senza ali dev'essere amara. Oltre alla libertà, volare ti dà la prospettiva. Puoi vedere le cose da vicino o da lontano, ci puoi arrivare sopra a tutta velocità e poi, se quello che vedi non ti piace, allontanartene."

Logicamente stiamo parlando di un romanzo per bambini, quindi lo stile di Seidler è molto semplice e scorrevole, le pagine volano in un soffio fra le stagioni che passano fra la bellezza di paesaggi incontaminati. So che molti di voi sono scettici su questo romanzo, però vi chiedo di dargli una possibilità! Si tratta di una di quelle storie che ci piaceva leggere o semplicemente ascoltare da piccoli, un romanzo che vuole esplorare la bellezza e la complessità dei sentimenti e che, a parer mio, getta una sguardo anche sul mondo moderno: un mondo troppo legato a ciò che ci circonda e che ammiriamo. La cosa che più ho apprezzato di questo romanzo è la sua voce narrante, Gaia: mi rivedo davvero tanto in lei, soprattutto la sua virtù di essere se stessa e non seguire la corrente che la travolge. Risulta un personaggio talmente veritiero che le sue parole rimarranno in voi come se fossero state dette da un amico di vecchia data. Ma non è solo la gazza che mi ha appassionato, ma l'intero branco: in particolare Lamar, con la sua tagliente curiosità e Blue Bloy, un maestoso lupo dall'animo nobile.  Le descrizioni sono realistiche e schiette, disegnano un'avventura che accompagnerà il lettore come facesse anche lui parte del branco.
Insomma, l'avrete capito, questo romanzo mi è davvero piaciuto e vi invito a dargli una possibilità per scoprire un autore dallo stile efficacie.

"La serie dei crinali innevati lambiva le cime frastagliate sotto una luna quasi piena. L'ululato di un coyote, bello e triste, ruppe il silenzio. Lamar rispose. Era il suo primo ululato, credo, e non ne avevo mai sentiti di così carichi di pentimento. Come risposta, però, seguì solo il silenzio."


Una favola che racconta la storia della vita e che ci invita ad essere sempre noi stessi! Leggetelo, non ve ne pentirete!

7 commenti:

  1. Non ne avevo mai sentito parlare...a dalla tua recensione non sembra affatto male... staremo a vedere se leggerlo o meno

    RispondiElimina
  2. Avevo sentito parlare di questo libro,ma non ha catturato molto la mia attenzione e molto carino.

    RispondiElimina
  3. Mai sentito parlare, però non penso possa essere il mio genere :/

    RispondiElimina
  4. non avevo mai sentito parlare di questo libro ed ora mi hai messo una curiosità veramente grande devo andare a caccia chissà se c'è in ebook devo curiosare grazie comunque per averne parlato

    RispondiElimina
  5. Deve essere carinissimo! Finisce in wish list xD

    RispondiElimina
  6. Sarà che ormai associo il Battello a Vapore a storie troppo infantili ma questo mi incuriosisce tanto *_* Adoro i lupi <3

    RispondiElimina
  7. questo libro ha avuto un gran seguito tra i miei amici librosi abbiamo fatto a gara a chi lo finiva prima per passarlo ad altri poi ci siamo divertiti un pomeriggio a parlarne tutti insieme grandioso!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

COMMENTA:

Grazie lettore per essere passato! Per lasciare una traccia di te, commenta e sarò lieto di risponderti!